29 settembre 2014

76. DISSOLVITI NELL'OSCURITA'


"Quando piove, in una notte oscura, entra in quell'oscurità come la forma delle forme."
Il simbolo di Dio è sempre stato la luce, semplicemente perché l'uomo ha paura del buio. Si tratta di un concetto umano, ma questa tecnica appartiene a una tradizione diversa. Osserva: l'oscurità è eterna. La luce va e viene, l'oscurità permane, non sorge e non tramonta. Non ha fonte alcuna: ciò che ha una fonte non può essere infinito, eterno. La luce implica disturbo: per questo non puoi dormire con la luce, crea una tensione. L'oscurità è totale rilassamento. Ma noi abbiamo paura dell'oscurità perché la luce ci sembra vita e l'oscurità morte. In realtà, l'oscurità sembra essere il ventre da cui ogni cosa sorge e in cui ogni cosa ricade. Gli esseni, la scuola esoterica nella quale Gesù fu iniziato, assunsero questo punto di vista. Di fatto, è qualcosa di molto significativo e di molto valido: se riesci ad amare l'oscurità, non avrai più paura della morte. Se riesci a entrare nell'oscurità, e ci riesci solo quando non hai paura, conseguirai un totale rilassamento. Con l'oscurità non esiste morte. La luce nasce e muore; l'oscurità semplicemente esiste, è imperitura. Alcuni passi preliminari per abbandonare ogni paura: siediti nell'oscu­rità, spegni ogni luce, senti il buio, lascia che ti tocchi, guardalo. Resta con gli occhi aperti in una stanza buia ed entra in comunione, senza fare nulla: ti si apriranno nuovi orizzonti, nuovi contatti. Tutte le forme sorgono dall'oscurità e in essa si dissolvono: Shiva invita a praticare questa tecnica nella notte più buia, quando neppure le stelle o la luna splendono, perché coperte dalle nuvole. Allora, sii un testimone di quelle tenebre e dissolviti in esse: è la forma di tutte le forme! Forse questa è una delle cause di tanta paura: in quel caso non sei definito, e non sai chi sei. Non puoi vedere il volto, non vedi il corpo, tutto si scioglie in un'esistenza senza forma. L'esistenza diventa vaga, e la paura ti afferra: ora non sai chi sei, l'io non può esistere, poiché non ha più definizioni. Mentre pratichi questa tecnica, resta a occhi aperti: fissa il buio. Sarà difficile, perché non ci sarà alcun oggetto da fissare, l'oscurità ti avvolgerà come un vuoto. Fissalo. Pian piano l'oscurità entrerà nei tuoi occhi, e allora tu entrerai in essa. Non sarà facile, ma se riesci a farlo avrà effetti miracolosi, magici. Vivendo con l'oscurità per tre mesi, un'ora al giorno, perderai ogni senso di separatezza, di individualità. Allora non sarai più un'isola, diventerai l'oceano. Ti fonderai con l'oscurità ed essa è oceanica: nulla è così vasto, nulla è così eterno. Dunque fissala, in modo che entri dentro di te. In secondo luogo: sdraiati nel buio e sentiti vicino a tua madre. L'oscurità è tua madre, la madre di ogni cosa. Pensaci: quando non esisteva nulla, dov'erano tutte le cose? Non potrai pensare ad altro che alle tenebre più fitte. E se tutto scomparisse, esisterebbero solo le tenebre. Ben presto inizierai a sentire il calore di quelle tenebre: quel ventre ti avvolge da ogni parte. La terza cosa: durante il giorno, qualsiasi cosa fai, porta dentro di te un po' di quell'oscurità. Se lo farai, tutto il tuo corpo si rilasserà profondamente. Allora ti accorgerai che non puoi più andare in collera. Provaci: ogni tensione scomparirà. E il tuo sonno sarà più profondo, del tutto privo di sogni. 
https://sites.google.com/site/oshotantra/ilsentierodellessere/76-dissolviti-nell-oscurita 

28 settembre 2014

Imitare se stessi

 

 

Ognuno di noi è unico, irripetibile creazione del Divino. Pochi lo sanno e riescono a riconoscerlo. ecco perchè si è sempre scontenti di se e si cerca qualcosa allo scopo di migliorare, un aiuto esterno che ci renda diversi, migliori, più belli. Ciò non avverrà mai in quanto tutto ciò di cui abbiamo bisogno si trova al nostro interno, non viceversa.

Il non riconoscere la propria unicità è frutto dell'educazione ricevuta durante l'infanzia. Essa ci ha fatto credere che per essere delle "brave persone" bisogna soddisfare le altrui aspettative e, per ciò stesso, ci ha fatto credere di essere imperfetti e sbagliati. Da qui la nascita della falsa necessità di migliorarsi per soddisfare gli altri.
Tutto ciò ha creato una società di eterni insoddisfatti, di individui che guardano con invidia i patrimoni, le donne e, in generale, i successi altrui invece di lavorare su di se allo scopo di realizzarne di propri. IL SUCCESSO, INFATTI, PARTE DA UN'ACCETTAZIONE DI SE E DELLE PROPRIE POTENZIALITA' E NON, COME CI HANNO FATTO CREDERE, DAL SEGUIRE LE ALTRUI STRADE CHE NON CI APPARTENGONO PROPRIO PER NULLA.
Con ciò non significa che non si possono prendere ad esempio persone di successo come stimolo per il raggiungimento dei propri obiettivi. Ciò non è sbagliato, anzi può costituire il trampolino di lancio, lo sblocco a tutte le nostre paure e la spinta verso la realizzazione di tutti gli obiettivi che ci stanno più a cuore.
Prendere ad esempio gli altri non significa perdere se stessi come punto di riferimento. Il successo altrui può essere preso come spunto per migliorare la nostra Vita in tutti i settori, siano essi finanziario, relazionale o sportivo. Basta non perdere di vista la propria identità.
Ognuno di noi, come ho avuto già modo di dire all'inizio di questo articolo, è unico ed irripetibile. Il processo educativo ci fa credere di essere sbagliati e, spesso, reprime le nostre reali potenzialità creative perchè NON SI CONFORMANO AGLI STANDARD RICHIESTI DA QUESTA SOCIETA' DI AUTOMI CASTRATI A LIVELLO PSICOLOGICO ATTRAVERSO IL PROCESSO "EDUCATIVO".
Occorre imitare se stessi per raggiungere l'eccellenza. Per imitazione di se intendo lo sviluppo delle proprie capacità creative UNICHE E SOLE ED IRRIPETIBILI! Nessuno è come noi, nessuno potrà mai esserlo. Per essere unici, però, occorre uscire dal gregge, smettendo di belare e facendo sentire la propria vera voce, sia essa un ruggito o un semplice grido di libertà.
Per vivere imitando se stessi, bisogna smettere di far contenti gli altri, fregandosene di ciò che potranno pensare di noi. DOPOTUTTO CAPITA SPESSO CHE LA GENTE SIA PORTATA A PARLARE ALLE SPALLE PER QUALSIASI AZIONE DA NOI COMPIUTA. TANTO VALE, A QUESTO PUNTO, FARE CIO' CHE CI PIACE, SENZA DOVER PIU' CONTENTARE ALTRI AL DI FUORI DI NOI. TANTO LE PERSONE PARLERANNO LO STESSO.
Cominciamo a lasciare il pensiero di testa iniziando, al contempo, ad ascoltare il nostro cuore. Esso è la nostra guida interiore, l'unico che sa ciò di cui abbiamo bisogno per essere realmente liberi e felici! Nessun altro lo sa! Abbandoniamo il pensiero di testa, smettiamo di pensare in maniera convenzionale e cristallizzata, usciamo dagli schemi, diventiamo dei novelli Giordano Bruno.
Solo così potremo cominciare ad imitare noi stessi e raggiungere la tanto agognata libertà a cui ogni essere umano mira potenzialmente ma che pochi riescono a raggiungere all'atto pratico. Se cominciamo a vedere gli ostacoli, rischieremo di fermarci in quanto gli avversari saranno tanti: la mente con le sue insidiose paure, gli amici, l'educazione, il partner, i genitori etc. 
Per sviluppare appieno le nostre potenzialità creative e poterle finalmente attivare allo scopo di raggiungere tutti gli obiettivi di successo nella nostra Vita, occorrerà fare pulizia sia dentro di noi, attraverso il costante lavoro su di se, che al nostro esterno, allontanando chi, lungi dal volere il nostro bene, è solo un parassita invidioso pronto a sabotare i nostri successi.
Non esitate, quindi, ad allontanare chi non vuole il vostro bene ma fa soltanto i suoi interessi dicendovi continuamente ciò che è giusto e ciò che è sbagliato per voi. Queste persone sono solo zavorre per il vostro processo evolutivo. Che siano poi parenti, amici o il vostro partner, poco importa. Siete chiamati ad operare una scelta: O VOI O LORO. 
Se sceglierete voi, scoprirete come l'aver eliminato alcune persone dalla vostra Vita, vi consentirà d'intessere rapporti con altre persone molto più interessanti e che potranno aiutarvi nella realizzazione dei vostri progetti. Se, invece, avete paura di rimanere isolati, in questo caso sappiate fin da adesso che rinuncerete alla libertà e all'evoluzione al solo scopo di soddisfare le altrui aspettative, tutto ciò in linea col copione educativo impartitovi dall'alto da persone che spesso, lungi dal volere il vostro bene, mirano solo al soddisfacimento dei propri interessi.

23 settembre 2014

L'EROISMO DEL VIVERE QUOTIDIANO

 

ALIMENTAZIONE E BENESSERE SECONDO NATURA
(Conferenza di Olmi-Quarrata, Pistoia, del 21 Settembre 2014)

Vivere nel Terzo Millennio dopo Cristo sembrerebbe cosa facile e all'acqua di rose, con tutte le luci, le insegne, le musichette, i bar, i negozi normali, i negozi bio, le bancarelle, i fast food, i ristoranti, le gelaterie e i supermercati. Purtroppo non è affatto così, amici di Pistoia e dintorni che mi state qui ascoltando. La sopravvivenza e la resistenza umana sono messe oggi a durissima prova. Un modo di campare, quello nostro, sottoposto quotidianamente a insulti, perversioni e traumi emotivi fuori della norma per cui anche il semplice tran-tran esistenziale diventa un'avventura e una sfida, per non dire un atto di coraggio che sfiora a volte l'eroismo.

PIANI ABERRANTI ED ABOMINEVOLI DI UNA CRICCA PLANETARIA AL POTERE

Non è soltanto una questione di malignità e di scelleratezza di chi governa attualmente il mondo manovrandolo con perfidia ed iniquità da dietro le quinte, secondo progetti e piani aberranti, oscuri ed abominevoli, intesi più a devastare e distruggere che a costruire, più ad impoverire e bastonare le genti, piuttosto che arricchirle e rasserenarle. Tutto procede in linea logica con le demenziali e schizofreniche intenzioni dei servizi segreti e del gruppo Bilderberg, tese a ridurre, decimare e falcidiare la popolazione mondiale ricorrendo a criteri di vero e proprio sterminio.

TREDICI FAMIGLIE NOBILIARI, DESPOTI E DOMINATRICI DEL PIANETA

Niente catastrofismi e niente teorie complottistiche fantasiose, ma solo argomenti concreti e dimostrabili. Questa è gente che Prima Guerra Mondiale sapeva, per filo e per segno, quanto sarebbe poi accaduto nel Secondo Conflitto. Riprendendo alcuni spunti dalla mia tesina "Il mondo nel frullatore Bilderberg", le redini stanno nelle mani di un Nucleo Centrale composto dalle 13 Famiglie più ricche e mafiose del pianeta, comprendenti discendenze che portano i nomi di Rothschild, Rockefeller, Windsor e simili, coi reali di Inghilterra, Olanda, Belgio e Svezia in primo piano.

RETROGRADAZIONE AI PRINCIPI DELLA MAGNA CHARTA

Parliamo di nobiltà nera e di decision makers, di gente che tira le fila delle insipide marionette nazionali. E parliamo dei servi telecomandati che stanno ai governi, ai ministeri e nei parlamenti depotenziati e devitalizzati. Categorie che ridicolizzano e svuotano di ogni significato i concetti di libertà, di democrazia, di diritti dell'uomo, riportandoci indietro di secoli ai tempi del peggiore  schiavismo, ai tempi di quella Magna Charta Libertatum rilasciata ai baroni britannici da re Giovanni d'Inghilterra, o Giovanni Senza Terra, fratello di re Riccardo Cuor di Leone, il 15 giugno 1215.

PRIMO RICONOSCIMENTO SCRITTO SUI DIRITTI DEGLI UOMINI LIBERI

Magna Charta dove venivano riconosciuti i diritti dei feudatari, della Chiesa Anglicana, delle città inglesi e di tutti gli uomini liberi, nei confronti del sovrano d'Inghilterra. Magna Charta primo atto storico che poneva dei limiti al governo sovrano, riconoscendo dei diritti ai sudditi, e che fu scomunicata immediatamente da papa Innocenzo III, visto che era lui il vero Signore Feudale dell'Inghilterra e dell'Irlanda!

LOBBISTI, LECCAPIEDI E LUSTRASCARPE DEL POTERE

Intorno a questo nucleo esclusivo ed impenetrabile, ruota il circolo esterno, con circa 150 mediatori di potere appartenenti ai vari settori-chiave bancario, accademico, industriale, sindacale, mediatico e militare. Personaggi che gongolano nei party più esclusivi e sofisticati. Lobbisti e sotto-lobbisti tanto servizievoli, compiacenti e solleciti verso il Padronato Planetario, quanto voraci, avidi, famelici ed ingordi verso il danaro e i vantaggi sociali e politici che ne derivano.

PORTABORSE E MAGGIORDOMI

Gente che annusa il potere e si inebria di esso, sentendosi vanitosamente nei paraggi del Nuovo Olimpo Mondiale. Gente che in realtà funge il più delle volte da portaborse, da maggiordomo e da super-servitore dei Valvassori del Terzo Millennio. I dirigenti delle più famose corporations sono ovviamente presenti a ogni riunione del gruppo Bilderberg.

LA TRILATERALE E LE MULTINAZIONALI

Il Nucleo Centrale si serve essenzialmente di tre strumenti operativi che si chiamano Trilateral, CFR e RIIA, tutti collegati ai servizi segreti, alla CIA, alla FBI, a Stotland Yard, alle lobby opportunistiche e alla Massoneria. La Trilateral è stata fondata da David Rockefeller e Zbiegniew Brezinski, e si tratta di un vero cult del potere nascosto, includente Kissinger e discendenti. È sponsorizzata per vie traverse e con pizzi occulti dalle più note multinazionali tipo Monsanto, Bayer, Coca-Cola, Pepsi, McDonald’s, Panamerican, Lufthansa, Hewlett Packard, Fiat, Sony, Mitsubishi, Toyota, Mobil, Exxon, Duflos, IBM, Texas Instruments, ed altre ancora.

CFR E RIIA, UFFICI STRATEGICI DEGLI USA E DEL BRITANNICO COMMONWEALTH

La CFR, o Commission of Foreign Relationship, ha origini più antiche, essendo nata nel 1921. Riunisce i personaggi che hanno in mano le vicende americane. La RIIA, o Royal Institute of International Affairs, con sede a Londra, è un po' la controparte inglese del CFR.

NIENTE CASUALITÀ E NIENTE LOGICHE DI MERCATO, MA SOLO SITUAZIONI PRECONFEZIONATE

Quello che avviene al mondo non può e non deve avvenire a caso, o per sbaglio, o per banali logiche di mercato. Tutto deve succedere per pianificazione e su precise direttive anticipate, studiate, elaborate e soppesate a tavolino, e testate abbondantemente su camere di simulazione, simili a quelle che preparano i piloti dei nuovi aerei. Guerre, crisi, inflazioni e deflazioni, spread, speculazioni bancarie, eventi climatici, epidemie, sviluppi e contrazioni, tutto nelle loro sapienti mani. Tutto previsto, manipolato e preconfezionato.

DIRITTO DI PROPRIETÀ VOLATILIZZATO DA PRATICHE STALINIANE

Non è soltanto un problema di stress sociale, politico ed economico, di guerre e di violenze, di immigrazioni indotte e forzate, di disoccupazione giovanile, di industrie che boccheggiano e chiudono i battenti, di stati persecutori che trattano i propri cittadini a calci nel sedere e a stangate vergognose sui beni immobili, sui rifiuti e sull'aria che si respira. Esprori forzati del diritto di proprietà e di possesso della propria abitazione. Non più padroni della nostra casa, ma tutti inquilini del Comune e dello Stato. Pratiche staliniane più che tasse.

QUANTO SUCCEDE INTORNO A NOI VIENE INEVITABILMENTE SOMATIZZATO

Mi si dirà cosa c'entri tutto questo con l'argomento odierno che verte sul benessere e sulla alimentazione secondo natura. A chi mi fa queste obiezioni rispondo dicendo che non ci alimentiamo di solo pane e di sole verdure, ma anche di sostanze extra-nutrizionali, di fatti di cronaca, di situazioni familiari e sociali. Non puoi vedere assassini quotidiani in diretta, macellazioni impietose di dittatori caduti in disgrazia come Saddam Hussein e Gheddafi, decapitazioni impunite di giornalisti e di vittime innocenti cadute nelle grinfie dei più sanguinari sicari, senza che il tuo stomaco somatizzi tali crimini e trovi insopportabile e indigesto anche il miglior cibo disponibile.

CIVILTÀ CONSUMISTICA ED INSOSTENIBILE

C'è anche dell'altro. Viviamo purtroppo in un mondo cinico ed ostile, in un mondo che fa di tutto e di più per ammalarci e per tenerci in continuazione sul filo del rasoio, proponendoci ed imponendoci una civiltà consumistica, sciupona, sofisticata ed insostenibile. Non si possono costringere alla disoccupazione milioni di giovani e spingerli nel contempo a spendere e spandere in telefonini, computer, hi-fi, auto, vestiti griffati e altre cose simili.

CHEROSENE SPORCO AL POSTO DI BENZINA SUPER

Circolano nei circuiti ufficiali ed anche su internet dati fasulli e informazioni diseducative, devianti e disorientanti. Non per questo mancano delle ricerche serie. Si è dimostrato a più riprese nella stessa America che le diete alto-grasse, alto-proteiche, a basso contenuto di carboidrati vivi e di fibre vegetali, equivalgono a caricare il serbatoio della nostra auto con del cherosene sporco ed oleoso che ci mette fuori uso il motore.

ESISTE UNA GENEROSA GAMMA DI CIBI PER SOPRAVVIVERE AL MEGLIO

È chiaro a questo punto che una dieta libera da proteine macellate e da grassi animali di contorno, basata invece su quanto la natura generosamente ci offre in termini di frutta acquosa ed agrodolce, in termini di frutta da guscio, di verdura, tuberi, legumi, semini e cereali, diventa chiave di sopravvivenza per noi come individui e come specie umana.

RENDERE MINIMO IL SACRIFICIO E LO SFRUTTAMENTO NEI RIGUARDI DI MADRE NATURA

La minimizzazione del sacrificio e dello sfruttamento operato ai danni di Madre Natura e delle sue creature, è una scelta conveniente, etica e dovuta. Col semplice atto di dire basta ai macelli e alla alimentazione intrisa di sangue, il nostro corpo non solo diventa più sano, ma l'intero pianeta ne gioisce, diventando luogo gentile ed accogliente per tutti i suoi abitanti. L'incremento salutistico rappresenta un premio ed un riconoscimento per chi si nutre con una dieta saggia, sobria ed innocente. Il tuo stesso organismo sarà dunque il primo a ringraziarti per il buon senso e l'equilibrio dimostrato, mentre le creature risparmiate ti saranno grate per la tua compassione nei loro confronti.

I RISULTATI PARLANO CHIARO

Una vasta quantità di prove e di test dimostra che una dieta prevalentemente e marcatamente vegan- crudista è in grado di 1) Capovolgere, ribaltare ed invertire la degenerazione corporale derivante da malattie croniche, 2) Ritardare il processo di invecchiamento, 3) Abbassare il livello di colesterolo, 4) Produrre il ripristino di un soddisfacente peso-forma, 5) Espellere e chelare dal corpo le nostre tossine, 6) Produrre pensiero più chiaro e profondo, 7) Diminuire la necessità eccessiva di sonno, 8) Incrementare l'energia e le calorie a nostra disposizione grazie al costante abbassamento dei costi energetici e alla riduzione degli sprechi, tipiche condizioni della dieta vegancrudista tendenziale, 9) Ottimizzare il bilancio acido-alcalino secondo le esigenze alcaline del sangue, della linfa, e della matrice extracellulare, e secondo le necessità acide dell'ambiente stomacale e di quello riproduttivo-vaginale, 10) Ripristinare un ottimale equilibrio sodio-potassio, 11) Rafforzare il potenziale micro-elettrico delle cellule, 12) Incrementare il metabolismo dell'ossigeno energizzando muscoli e cervello, 13) Massimizzare i vantaggi derivanti dalle onde vibrazioni e dalle radiazioni rosse e ricaricanti che ne derivano, 14) Facilitare il pesante lavoro quotidiano di organi basilari come il fegato, la milza e il sistema renale, 15) Rendere il sangue fluido e non più guasto e lipo-tossico, obiettivo primario e indispensabile per chiunque voglia fare dei veri passi avanti in termini di salute, 16) Fornire al nostro corpo tutte le vitamine naturali e tutti i minerali in forma organicata ed assimilabile.

FEGATO, CITOCROMI P450 E LINFOCITI TH HELPER O CD4

Organo fondamentale  della salute rimane il fegato, capace di disintossicare l'organismo grazie alle sue batterie di enzimi chiamati citocromi P450 e al glutatione, molecola proteica formata da glutammina, glicina e cisteina. Il glutatione, assieme alle vitamine C ed E e al beta-carotene precursore della vitamina A, svolge un importante ruolo antiossidante contro i radicali liberi, ma serve anche a neutralizzare sostanze estranee ed inquinanti. Esiste infatti un rapporto tra glutatione e sistema immunitario. Bassi livelli di glutatione comportano bassi livelli di linfociti CD4, o linfociti Th helper 1 e 2, registi del sistema immunitario.

USO SISTEMICO DELLE CRUCIFERE E SENSIBILE RIDUZIONE DEI TUMORI

Le crucifere, tipo cavoli, broccoli, verze, broccoletti, cavolfiori e crescione, nonché aglio, prezzemolo, liquirizia, salvia, rosmarino, curcuma, semi di soia e alghe giapponesi hanno la capacità di esaltare l'attività degli enzimi epatici e del glutatione, per cui si ha un consistente calo dei tumori, o meglio della tumorosità del corpo, ovvero della tendenza del corpo a produrre tumori. È solo uno degli esempi a nostra disposizione per farci capire quanto importante sia fidarsi della natura e non andare fuori dal seminato. Ovvio che il discorso vale assai di più, ed è accettabile assai di più, quando gli animali che ci offrono un servizio o un prodotto vengono rispettati ai massimi livelli e non privati della proprio vita.

TUTTO SOMMATO SIAMO DI MANICA LARGA

Non siamo estremisti e ancor meno fanatici. Un livello di crudo sul 60-70% è più che sufficiente per ottenere notevoli risultati mantenendo nel contempo i buoni piatti della tradizione mediante cotture limitate, protette ed intelligenti. L'incremento crudistico ad alti livelli ha senso e ragione d'essere per periodi brevi di tipo terapeutico. Il sistema della Health Science che proponiamo è comunque generoso e sostenibile, tanto che giustifichiamo l'assunzione di formaggi prodotti a crudo nelle malghe di montagna, nonché il consumo di uova da galline ruspanti, e persino quello di pesce azzurro tipo alici, aguglie e sardine, per chi si sente meglio mantenendo o inserendo tale cibo nel suo menu.

A VOLTE QUALCHE DANNO LO COMBINIAMO

Niente rammarichi o crisi di coscienza, visto che questo tipo di pesce vive in branchi con centinaia di migliaia di individui e con tendenza al cannibalismo, per cui prendendo un singolo pesce gli rubiamo qualche settimana di vita e niente di più. Sopruso sì ma sempre nell'ambito del sacrificio minimo e tollerabile che riguarda non solo le creature del mare, ma anche le piante, i cespugli e gli alberi, ugualmente sensibili alla violenza e alla sofferenza.

MACELLI, TONNARE E NAVI BALENIERE SONO UN'ALTRA COSA

Nulla di paragonabile all'orrore dei macelli. Nulla di paragonabile agli spietati abbattimenti di foche ed otarie. Nulla di paragonabile alla odiosa caccia ad elefanti e rinoceronti per toglier loro redditizie zanne d'avorio  Nulla di paragonabile all'arpionatura di balene e capodogli. Nulla di paragonabile ai tormenti delle tonnare e alla spietata caccia al tonno rosso del Mediterraneo da 300 kg, vendibile a 500 mila euro, ma giunto alla vigilia della scomparsa totale, come tante altre specie a rischio. Una semplice retrogradazione temporanea o definitiva al vegetarismo tendenziale secondo i gusti e le necessità di ciascuno, in tutta libertà di scelta.

CATTURA ENERGETICA A COSTO ZERO

Basilare in ogni caso è eliminare gli sprechi innanzitutto. Fare seguito a questo mediante cattura energetica facile a basso costo ovunque essa esista, massimizzando l'assorbimento solare, elettromagnetico e vibrazionale. Dovunque esistano emissioni positive, aure rosse ed infrarosse superiori ai 6500 Angstrom, le nostre batterie si ricaricano.

SOTTRARSI IL PIÙ POSSIBILE AI BUCHI NERI

Dovunque incappassimo nelle presenza di buchi neri, di gente che ti contrasta in famiglia e fuori non per avviare un dibattito costruttivo ma per il solo gusto di danneggiarti e di farti andare in tilt, è opportuno scansarle, onde evitare esaurimenti della nostra vitalità. L'esaurimento può essere di tipo biologico e magnetico, ma anche intellettuale e culturale. Vivere poi in un mondo violento, ad esempio, equivale stare ai margini di un buco nero.

L'IMPORTANZA DI VIVERE IN UN AMBIENTE SOCIALE ARMONIOSO

Vivere in una nazione come la nostra bella Italia dovrebbe in teoria caricarci di energia. Ma coi tempi che corrono avviene l'esatto contrario. Veniamo infatti perseguitati più che difesi dal nostro apparato statale. E questo si traduce in un vivere precario ed insostenibile. Risiedere in mezzo a gruppi di giovani disoccupati e privi di prospettive, o in mezzo a solerti raccoglitori di tasse e di imposte, comporta uno stress continuo capace di creare squilibri e devastazioni alla nostra esistenza. Dovere di ognuno è fare opera di contrasto al trend micidiale ed esplosivo in atto, apportando nuova vibrante cultura scientifica e non sprofondamenti nella melma, valori positivi e non paure, serenità e non irrequietezza, benessere e non malattia.

Valdo Vaccaro

http://altrarealta.blogspot.it/

17 settembre 2014

Orgasmo Tantrico


L'eccitazione è solo un inizio. E una volta che l'uomo è penetrato nella donna, l'amante e l'amata possono rilassarsi.
Non è necessario alcun movimento, essi possono rilassarsi in un lungo amplesso. Solo quando l'uomo o la donna avvertono che l'erezione sta per essere perduta, sono necessari un po' di movimento e di eccitazione. Ma poi rilassatevi di nuovo.
Si può prolungare questo amplesso profondo per ore, senza eiaculazione, e poi potete cadere in un profondo sonno insieme.
Osho: I Segreti del Tantra

13 settembre 2014

Felicità e Depressione: il Potere della Tua Mente

"Nulla è buono o cattivo, a renderlo tale è il pensiero." - William Shakespeare.

Pensateci un attimo: qual è la persona con la quale comunicate di più durante la giornata?

La risposta è semplice: voi stessi.

Ciascuno di noi costantemente si rivolge a se stesso attraverso tutto ciò che dice, pensa, immagina e sente nel proprio intimo.

Forse questo vi risulterà abbastanza ovvio, ma ben pochi di noi hanno anche la consapevolezza che il livello di "successo" che ognuno di noi raggiunge al livello interiore - parlo quindi di felicità, gioia, benessere, amore - è il risultato diretto e immediato del modo in cui comunichiamo con noi stessi.

Come ci sentiamo non dipende da ciò che ci accade, quanto piuttosto dalla nostra interpretazione e dal nostro atteggiamento verso quel che ci succede. Ciascuno di noi ha la concreta possibilità di decidere come sentirsi e di determinare il proprio stato d'animo, sulla base di come ha scelto di percepire la propria esistenza.

Nulla ha un significato diverso da quello che noi gli attribuiamo.

Nessun altro può decidere quale interpretazione tu puoi dare agli eventi della tua vita. La stragrande maggioranza delle persone agisce come se questo processo di interpretazione fosse automatico e fuori dal nostro controllo, ma la realtà è che si tratta di un potere di cui possiamo riappropriarci, cambiando immediatamente e drasticamente la nostra visione del mondo.

Si può sempre controllare la propria attività mentale e i propri comportamenti, pensieri e azioni, in una misura che molte persone non ritengono affatto possibile.

Depressione ed estasi non sono emozioni che ci "accadono", ma specifici stati d'animo che creiamo mediante specifiche azioni mentali e fisiche. Per essere depressi o in estasi bisogna dirsi certe cose con il tono di voce appropriato, bisogna far proprio un certo atteggiamento somatico e un modo di respirare specifici. Per sentirsi depressi, ad esempio, è in genere sufficiente camminare curvi e a testa bassa, parlare con un tono di voce triste e immaginare gli scenari peggiori.

È pertanto fondamentale assumere la consapevolezza che noi possiamo sempre cambiare le nostre azioni mentali e fisiche e così facendo mutare immediatamente i nostri comportamenti, i nostri pensieri e le nostre emozioni.

Alla stregua di un regista cinematografico che può decidere cosa fare apparire sullo schermo, ciascuno di noi può sempre, in ogni momento, creare e dirigere i propri pensieri e le proprie attività mentali e fisiche, che costituiscono il presupposto dei nostri stati d'animo, con la stessa abilità e potere.

Si può aumentare la luce e alzare il volume dei messaggi positivi nel proprio cervello e attenuare le immagini e i suoni di quelli negativi, dirigendo il nostro cervello con la cura e l'abilità dei migliori registi.

Il confine tra felicità e depressione risiede unicamente nel modo in cui comunichiamo con noi stessi. Gli individui felici non sono alle prese con minori problemi di coloro che sono tristi e depressi: a distinguere felicità e depressione non è ciò che ci accade, ma il modo in cui lo percepiamo. Anzi, il modo in cui decidiamo di percepirlo.

Il mondo in cui viviamo è quello in cui scegliamo di vivere. Se scegliamo la felicità, è la felicità che avremo. Se scegliamo l'infelicità, quella avremo.

E tu? Quale scelta fai ogni giorno? 
http://compressamente.blogspot.it/2014/03/felicita-e-depressione-il-potere-della.html

9 settembre 2014

Il principio del vuoto – Joseph Newton

 Il principio del vuoto – Joseph Newton

Hai l’abitudine di accumulare denaro, solo per non spenderlo, perchè pensi che nel futuro potrà mancarti?
Hai l’abitudine di conservare vestiti, scarpe, mobili, utensili domestici ed altre cose della casa che già non usi da molto tempo?
E dentro di te?
Hai l’abitudine di conservare rimproveri, risentimenti, tristezze, paure ed altro?
Non farlo…
E’ necessario che lasci uno spazio, un vuoto, affinchè cose nuove arrivino nella tua vita.
E’ necessario che ti disfi di tutte le cose inutili che sono in te e nella tua vita, affinchè la prosperità arrivi.
La forza di questo vuoto è quello che assorbirà ed attrarrà tutto quello che desideri.
Finchè stai, materialmente o emozionalmente, caricando sentimenti vecchi ed inutili, non avrai spazio per nuove opportunità.
I beni devono circolare.
Pulisci i cassetti, gli armadi, la stanza, gli arnesi, il garage… da quello che non usi più.
Non sono gli oggetti conservati quelli che stagnano la tua vita… bensì il significato dell’atteggiamento di conservare…
Quando si conserva, si considera la possibilità di mancanza, di carenza… si crede che domani potrà mancare, e che non avrai maniera di coprire quella necessità.
Con quest’idea, stai inviando due messaggi al tuo cervello e alla tua vita: che non ti fidi del domani e che pensi che il nuovo e il migliore non sono per te, per questo motivo ti rallegri conservando cose vecchie ed inutili.
Disfati di quello che ha perso già colore e lucentezza.
Lascia entrare il nuovo in casa tua e dentro te stesso…
-Joseph Newton
 http://www.testesso.com/2014/09/09/il-principio-del-vuoto-joseph-newton/

6 settembre 2014

Trova il tuo suono




 Inizia a percepire che un suono sta affiorando,
partendo dalla gola; una sorta di mormorio, di grugnito
o di vagito. Percepisci l'affiorare di onde sonore:
se inizi a provare la sensazione di mormorare o
di piagnucolare, inizia a farlo. Non sentirti timido e
non trattenerti nel farlo: se quel suono inizia a far
ondeggiare il tuo corpo, lascia che accada. Permetti al suono di possederti.
 Nel tuo essere esiste un suono immenso, del tutto
simile a un serbatoio, e a volte vuole esplodere. Se
non lo lasci esplodere, non ti sentirai mai leggero.
Devi aiutarlo, vuole nascere e tu ti devi lasciar possedere, è il solo modo per sostenerlo. Il nostro essere fondamentale è costituito da suono; questa è una delle intuizioni più antiche nella realtà dell'essere umano.

 Se non partecipi, il tuo suono personale non potrà
iniziare a operare. Non può funzionare solo tramite
il tuo ascolto: deve diventare attivo, deve entrare in
movimento, vivere. Dunque, inizia a mormorare e a
salmodiare. Ogni mattina, all'alba, alzati alle cinque,
prima del sorgere del sole, e per mezz'ora non
fare altro: canta, mormora, piagnucola e gemi. I suoni
che emetti non devono avere alcun significato:
devono essere esistenziali, non logici. Li devi godere,
tutto qui: questo è il loro significato. E devi ondeggiare...
lascia che sia un elogio al sorgere del sole,
e smetti soltanto quando è sorto.
 Questo manterrà in te un ritmo particolare che ti
accompagnerà per tutto il giorno. Fin dal primo
mattino sarai in sintonia e vedrai che l'intera giornata
possiede una qualità diversa. Sarai più amorevole,
più servizievole e attento, più compassionevole,
più amichevole; meno violento, meno rabbioso, meno ambizioso e meno egoista.
 Se provi la voglia di danzare, danza; se ti senti di
ondeggiare, ondeggia. La cosa essenziale è questa:
non sei più controllato, è il suono che ti controlla. 
Osho.